Frontiers in Endocrinology

Il gruppo di ricerca che ha disegnato questo studio ha voluto esplorare e comprendere quali fossero le difficoltà che le persone con diabete tipo 1 incontrano nel svolgere attività fisica.
Lo studio è stato condotto in due ospedali nel Regno Unito: il primo è il Taunton and Somerset Foundation che è un ospedale di medie dimensioni nel sud-ovest e della Gran Bretagna con zone rurali e urbane; il secondo è il Queen Elizabeth Hospital di Birmingham, un grande ospedale universitario nel West Midlands che fornisce assistenza per le persone che vivono prevalentemente nell’area metropolitano urbanizzata.
Lo studio di tipo qualitativo ha utilizzato la metodologia del focus group. Sono state coinvolte e intervistate 14 persone con diabete e 11 operatori quali dietiste, infermieri e medici dediti al lavoro nella diabetologia. Le interviste sono state svolte da operatori con competenze nell’ambito della ricerca sociale ed educativa.
Le risposte fornite dai pazienti nel corso delle interviste riguardavano la capacità di inserire l’attività fisica nel quotidiano, l’impegno costante che deve essere messo in pratica ed una reale conoscenza e competenza in merito all’ utilità dell’attività fisica.
Le risposte fornite dagli operatori sottolineavano una mancanza di capacità e continuità nel fornire informazioni ai pazienti circa l’utilità dell’attività fisica.
I ricercatori sulla base dei risultati di questa ricerca hanno rilevato che qualsiasi pacchetto educativo, sviluppato per favorire l'esercizio fisico in pazienti con diabete di tipo 1, dovrebbe essere offerto in un momento successivo alla diagnosi in accordo con le preferenze e le priorità dei pazienti, e contenere informazioni su come gestire le attività rivolte a svolgere attività fisica.
I pazienti dal canto loto hanno dichiarato che si sentono sicuri quando il messaggio arriva tra persone che come loro vivono la malattia e riescono a svolgere attività fisica nella vita quotidiana. Interessante perché, in questo specifico contesto di ricerca, emerge il concetto di educazione tra pari che in questo caso diventa strumento per veicolare le informazioni e trasmettere messaggi positivi circa lo svolgimento dell’attività fisica.
Il team curante successivamente a questa ricerca ha constatato che la messa a punto di un qualsiasi pacchetto educativo volto a promuovere l’esercizio fisico dovrebbe essere messo a disposizione dell’èquipe curante. Viene inoltre sottolineata l’importanza di ricevere un adeguato training e quindi percorso formativo per comprendere quali possano essere le strategie migliori per essere di supporto ai pazienti e favorire nuovi comportamenti di salute.
Questo studio nuovamente ci aiuta a comprendere il valore della ricerca come strumento che offre il feed-back per comprendere come riorganizzare il lavoro e favorire il coinvolgimento dei pazienti nelle azioni di cura educativa.

A cura di Marina Trento, Valeria Grancini ed Emanuela Orsi

Litchfield I, Andrews RC, Narendran P, Greenfield S. Patient and Healthcare Professionals Perspectives on the Delivery of Exercise Education for Patients With Type 1 Diabetes. Front Endocrinol. 2019. 19;10:76. doi: 10.3389/fendo.2019.00076. eCollection 2019


Fai il login per vedere l'articolo originale

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie