PLOS ONE

Background: Le adolescenti con diabete sono a rischio di gravidanza non programmata a causa di informazione carente a riguardo, assunzione di comportamenti a rischio e presenza di cicli mestruali irregolari, dovuti a uno scarso compenso glicemico. Inoltre, esse spesso non sono consapevoli della necessità di utilizzare un metodo contraccettivo efficace.
E’ noto che il controllo glicemico può peggiorare durante l'adolescenza per ragioni fisiologiche e psicologiche e tale condizione è associata a seri rischi materni e fetali, quali l’aumentato rischio di aborto, anomalie fetali, preeclampsia, ritardo di crescita fetale, macrosomia e parto pretermine.
Scopo: Obiettivo dello studio è quello di valutare atteggiamenti e comportamenti relativi all'educazione alla salute riproduttiva (reproductive health education - RHE) tra gli operatori sanitari e le adolescenti con diabete.
Metodi: Sono stati intervistati 29 operatori sanitari (medici, infermieri ed educatori afferenti alla Unità di Pediatria della Clinica “Baylor College of Medicine”, Houston, Texas) e 50 ragazze adolescenti con diabete di tipo 1 su esperienze, atteggiamenti e comportamenti di RHE. E’ stato somministrato un questionario specifico sia agli operatori sanitari che alle pazienti. E’ stato inoltre condotto un intervento-pilota di RHE su 9 pazienti, accompagnate da un genitore, per valutare la feasibility di tale intervento educativo nell’ambito della pratica clinica ambulatoriale. Lo stesso questionario è stato riproposto alle pazienti una volta concluso l’intervento di RHE.
Risultati: Il 50% del personale sanitario si è dichiarato molto a disagio nel discutere di gravidanza o contraccezione. La maggior parte (72%) non ha avviato in modo proattivo alcuna forma di RHE; tra le barriere indagate, la mancanza di conoscenze sufficienti in materia e la mancanza di tempo si sono dimostrate le più comuni. Meno del 10% ha raccomandato l’utilizzo di metodi contraccettivi. Una minoranza (10%) di adolescenti ha dichiarato di aver discusso di tali temi con il personale sanitario. Le sessioni di RHE hanno avuto una durata media di 16 minuti (range 13-24) e, al termine, si è evidenziato un trend positivo verso l’intenzione di utilizzare un’adeguata contraccezione e di ricercare un’adeguata consulenza preconcezionale al fine di aumentare la conoscenza nell’ambito della salute riproduttiva.
Conclusioni e commento editoriale: Le adolescenti con diabete raramente ricevono un'istruzione adeguata in materia di gravidanza e contraccezione e le cause sono molteplici: dal disagio dell’operatore sanitario nel fornire tali informazioni, alla limitata conoscenza dell’argomento alla scarsa disponibilità di tempo da dedicare a tale tematica. Questo studio ha inoltre dimostrato che un semplice intervento di RHE, ad opera di personale specializzato e che preveda l’utilizzo di materiali facilmente accessibili, può implementare la consapevolezza della necessità, in tale contesto, della programmazione della gravidanza.

A cura di Valeria Grancini, Emanuela Orsi, Marina Trento

Kohn JR, Hilliard ME, Lyons SK, Fox KA, Kushner JA. Identifying and addressing gaps in reproductive health education for adolescent girls with type 1 diabetes. PLOS ONE. 2018 Nov 6;13(11):e0206102. doi: 10.1371/journal.pone.0206102. eCollection 2018


Fai il login per vedere l'articolo originale

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie