BMJ Open Diab Res Care

Razionale: Alcuni studi hanno dimostrato l’importanza della “social comparison”, (valutazione dei propri risultati clinici paragonati ad altri pazienti), sulla motivazione e sui comportamenti corretti per la salute. Non è stato ancora studiato il punto di vista dei pazienti su questa modalità di informazione sulla propria situazione sanitaria.
Obiettivi: Indagare le opinioni e le risposte dei pazienti in merito alla possibilità di conoscere i dati clinici del loro diabete (es. emoglobina glicata) in comparazione con quelli degli altri pazienti (“social comparison”, SC), piuttosto che in comparazione con obiettivi stabiliti (“goal-based comparison”, G-BC).
Metodi: Analisi qualitativa, condotta per temi, di interviste semistrutturate individuali di pazienti con diabete tipo 2, ai quali venivano rivolte domande aperte, mirate a ottenere il loro punto di vista sul ricevere notizie cliniche del loro diabete (es: compenso glicometabolico) con SC e G-BC.
Risultati: Sono stati intervistati 25 pazienti reclutati da una struttura universitaria di cure primarie di Nashville, Tennessee, età media 65 (45-81), 52% femmine, 68% bianchi, 52% con scolarità superiore, HbA1c media 7,5% (5,6-12,6), 52% insulino-trattati. Sono stati identificati sette temi principali su cui vertevano le risposte: importanza degli argomenti, motivazione, considerazione di sé, emozioni, ricerca di informazioni, compliance alle cure, autogestione. I partecipanti in genere attribuivano sia a SC che G-BC un aumento della motivazione e un miglioramento dei comportamenti per la salute. Per quanto riguarda la SC è emerso che: questo tipo di informazione può motivare suscitando una certa competitività; è più personalizzata rispetto alla comparazione dei risultati con dei valori standard (es.: HbA1c < 7); può suscitare il desiderio di informarsi, cercando di imparare da altri che nella stessa condizione hanno risultati migliori.
Conclusioni: Da quanto emerso dalle interviste ai pazienti con diabete tipo 2, avere notizie sui risultati clinici mettendoli a confronto con quelli di altri pazienti (social comparison), piuttosto che con obiettivi teorici, può influire sulla motivazione, sugli aspetti emotivi e sull’autostima, migliorando i comportamenti di autogestione e quindi gli outcome. Ulteriori ricerche sono necessarie per valutare se le opinioni dei pazienti intervistati trovino effettivamente riscontro nella realtà clinica, se esistono modalità più o meno adeguate per dare questo tipo di informazioni e se alcuni pazienti potrebbero beneficiarne più di altri.
Commento: La scarsa numerosità e le caratteristiche particolari dei partecipanti naturalmente non permettono di generalizzare le conclusioni. Il tipo di analisi qualitativa, anche se non ha la precisione statistica dei metodi quantitativi, è quella più corretta per esplorare le dimensioni soggettive. Il merito del lavoro è di mettere in luce questo aspetto particolare della gestione del diabete, cioè come aiutare i pazienti a prendere coscienza della propria condizione in un modo che stimoli la motivazione alla cura. Interessante poi il rivolgersi ai pazienti stessi per indagare il loro punto di vista, approccio che da qualche tempo si ritrova spesso nella letteratura in campo educativo-psicologico. Ultima riflessione, gli elementi positivi associati al metodo di comparazione “sociale” cioè al confronto con i risultati di altri pazienti, richiamano alcuni dei vantaggi che si riscontrano nei guppi di educazione terapeutica: imparare dall’esperienza degli altri, constatare che certi risultati si possono raggiungere e migliorare la motivazione a ottenere risultati simili.

A cura di Giovanni Careddu

Martinez W, Wallston KA, Schlundt DG, et al. Patients’ perspectives on social and goal-based comparisons regarding their diabetes health status. BMJ Open Diab Res Care 2018; 6: e000488. doi:10.1136/bmjdrc-2017-000488

Fai il login per vedere l'articolo originale

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie