Alcune Regioni, ultima la Lombardia, hanno imboccato strade sbagliate sull’approvvigionamento del materiale per l’automonitoraggio domiciliare della glicemia. Sbagliate sia dal punto di vista clinico che economico. Non hanno compreso l’impatto di certe decisioni in termine di spesa diretta ed indiretta. La prospettiva è che medici e infermieri invece che curare le persone con diabete si mettano a sostituire strumenti senza che questo sia necessario dal punto di vista clinico. A meno che la sostituzione di strumenti che è stata pianificata in alcune regioni non sia affidata a personale inesperto nell’educazione dei diabetici, con tutti i rischi del caso. Mentre i diabetologi si stanno impegnando per contenere alcune spese al fine di liberare risorse per l’innovazione tecnologica, qualcuno prende decisioni discutibili che porteranno ad un aggravio della spesa e a problemi a centinaia di migliaia di persone con diabete.

 

Leggi la lettera al link

ultime news

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie