La Società Italiana di Diabetologia ha una storia da raccontare lunga più di 50 anni. Un aspetto che è degno di nota è il cambiamento che sta avvenendo non solo nell’attenzione dedicata ai temi della politica sanitaria, senza dimenticare la vocazione per la ricerca e la formazione, con contributi alle discussioni nazionali e regionali metodologicamente rigorosi, come si addice ad una società scientifica, ma anche nella composizione societaria, sempre più ricca di professionalità differenti. Questo amplia le possibilità della SID di assolvere alle sue molteplici missioni, scientifiche, formative, cliniche e divulgative, facendo tesoro di multiple e spesso complementari conoscenze, competenze ed esperienze.

Un censimento di questi giorni indica che il numero dei soci ha ormai ampiamente superato la quota di 2000, facendo della SID la più numerosa società scientifica dell’area endocrino-metabolica. I soci sono in costante crescita, anno dopo anno, e questo testimonia l’attrazione che la società esercita per i servizi che fornisce e per il piacere di farne parte e contribuire alle sue molte attività. E’ interessante sottolineare che oltre 200 persone, con vari compiti, stanno servendo a livello nazionale e regionale la SID, l’intera comunità diabetologica e i quasi 4 milioni di cittadini con diabete che vivono in Italia. Un servizio offerto a titolo completamente gratuito, per il solo dovere e piacere nel farlo.

Degno di riguardo è che oltre il 10% dei soci della SID (circa 250 persone), con una percentuale in continuo aumento, è rappresentato da laureati in discipline diverse dalla medicina. Numerosissimi sono i biologi e i biotecnologi, molto interessati soprattutto ai temi della ricerca, sempre più folto è il gruppo dei podologi, fortemente coinvolti nelle attività scientifiche, formative e cliniche riguardanti la podopatia diabetica, in costante crescita sono anche gli altri professionisti che operano nel team diabetologico, quali infermieri, dietisti e psicologi, evidentemente desiderosi di muoversi anche dentro la SID oltre che nelle loro specifiche società. Tutte queste diverse professionalità rappresentano un valore aggiunto prezioso. Il consiglio direttivo nazionale della SID invita caldamente tutti i professionisti interessati al diabete a considerare l’opportunità di entrare a far parte della grande famiglia della SID e di contribuire alla sua ulteriore crescita nell’interesse del bene comune.

Enzo Bonora, a nome del Consiglio Direttivo della SID

ultime news

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie