La Società Italiana di Diabetologia (SID), grazie al generoso e rinnovato contributo non condizionato di Eli Lilly Italia, ha finanziato 22 educational travel grants che consentiranno ad altrettanti giovani Soci, medici e non medici, di presentare i risultati delle proprie ricerche al Congresso annuale EASD 2017 che si terrà a Lisbona (Portogallo) nel prossimo mese di Settembre.

La SID desidera vivamente congratularsi con gli under 40 che rappresenteranno l’Italia al prossimo Congresso EASD:

Ambrosio Maria Rosaria - Napoli
Bailetti Diego - Roma
Bianchi Cristina - Pisa
Cantoni Giulia - Firenze
Castellino Giuseppina - Palermo
Cefalo Chiara Maria Assunta - Roma
Cimmino Ilaria - Napoli
Del Toro Rossella - Roma
Di Cairano Eliana - Milano
D’Oria Rossella - Bari
Favaro Enrica - Torino
Grieco Giuseppina Emanuela - Siena
Guarino Daniela - Bari
Maddaloni Ernesto - Roma
Mannina Carlo - Palermo
Messineo Sebastiano - Catanzaro
Parettini Sara - Perugia
Patti Angelo Maria - Palermo
Radaelli Maria Grazia - Monza
Marta Seghieri - Pisa
Spigoni Valentina - Parma
Tricò Domenico - Pisa

Questi giovani di talento, che rappresentano il futuro della ricerca italiana in diabetologia, percepiscono la SID come un “gymnasium” scientifico e umano e la SID è ben lieta di sostenerli. Nel contempo la SID si congratula coi colleghi più maturi che svolgono il ruolo di mentor e hanno dato la possibilità a questi giovani di esprimersi ad altissimo livello.
La SID ha tra i suoi iscritti 1032 soci under 39 che costituiscono il futuro della diabetologia italiana. In tal senso, la SID ha recentemente istituito il Gruppo Giovani Diabetologi, allo scopo di creare un network nazionale permanente per promuovere iniziative volte alla loro formazione in campo clinico e di ricerca.
Prosegue così con successo, da oltre 50 anni, la missione di SID di promozione e supporto delle attività di ricerca in diabetologia. Una ricerca che ha permesso di collocare l’Italia ai vertici delle classifiche che valutano la produzione scientifica mondiale usando rigorosi indici bibliometrici. Il nostro Paese è al terzo posto nel mondo per qualità della produzione scientifica nell’area endocrino-metabolica, collocandosi davanti a nazioni che investono molto più dell’Italia in ricerca quali Germania, Canada, Francia, Giappone, Danimarca e Svezia. Da rimarcare che la ricerca italiana e quella di SID in particolare è realizzata anche grazie alla collaborazione incondizionata di numerose aziende farmaceutiche. I travel grants di Eli Lilly ne sono una buona testimonianza.

Cookie

Il sito Siditalia.it utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Continuando la navigazione del sito o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie